Jobs Act autonomi: accolte alcune richieste dei tecnici

272

Il Senato ha approvato il Jobs Act dei Lavoratori Autonomi.
Tra le critiche che erano state presentate dalla Rete delle Professioni tecniche, ecco quelle che sono state accolte, secondo quanto pubblica ingegneri.info:

– la modifica che estende la tutela nei rapporti di lavoro già riconosciuta alle imprese anche ai lavoratori autonomi, non solo nei rapporti privati, ma anche nei rapporti con le amministrazioni pubbliche;

la modifica per la semplificazione delle attività delle amministrazioni pubbliche e la riduzione dei tempi di produzione per mezzo dell’individuazione degli atti delle pubbliche amministrazioni che possono essere rimessi anche alle professioni ordinistiche;

la delega in materia di sicurezza e protezione sociale delle professioni ordinistiche. La modifica inserisce nel testo una delega che punta a “rafforzare le prestazioni di sicurezza e di protezione sociale dei professionisti iscritti agli ordini”;

– la determinazione che le somme ricevute a rimborso del pagamento di spese per alberghi, alimenti e bevande non costituiscano per il lavoratore reddito;

i centri per l’impiego avranno in ogni sede aperta al pubblico uno sportello dedicato al lavoro autonomo con la funzionalità di raccogliere le domande e le offerte di lavoro autonomo, dare informazioni ai professionisti ed alle imprese relative alle procedure per l’avvio di attività autonome e per le eventuali trasformazioni e per l’accesso a commesse ed appalti pubblici, nonchè relative alle opportunità di credito e alle agevolazioni pubbliche nazionali e locali;

– la possibilità di costituire reti di esercenti e consentire agli stessi di partecipare alle reti di imprese (reti miste) con accesso alle relative provvidenze in materia; di costituire consorzi stabili professionali; di costituire associazioni temporanee professionali. Il tutto al fine di consentire la partecipazione a bandi e concorrere all’assegnazione di incarichi e appalti.

l’istituzione di un Tavolo tecnico di confronto permanente sul lavoro autonomo presso il Ministero del Lavoro, con il compito di formulare proposte e indirizzi operativi in materia di politiche del lavoro autonomo.

Foto credit: reynermedia

CONDIVIDI

NESSUN COMMENTO

SCRIVI UNA RISPOSTA