La scelta del collante

1360

La riuscita di una pavimentazione non è dovuta solo alla qualità delle piastrelle, ma a tutto un insieme di elementi (sottofondo, strato legante, giunti di dilatazione, piastrelle, ecc.) che costituiscono un vero e proprio sistema. Ecco perché l’operazione di posa e la valutazione del collante adatto all’intervento sono da considerarsi importanti tanto quanto la scelta delle piastrelle.

La progettazione
La progettazione è una fase preliminare indispensabile alla corretta realizzazione di una superficie rivestita. Per lo sviluppo di un buon progetto è necessario analizzare le caratteristiche della superficie da piastrellare e conoscere le informazioni sull’ambiente di destinazione quali:

• lo stato delle superfici, il cui esame permette di stabilire eventuali trattamenti di pulizia e di scegliere l’adesivo adatto;

• il comportamento dilatometrico, che può indurre delle tensioni dovute alla dilatazione di alcuni strati;

• il modulo di elasticità e il dimensionamento, che determinano il comportamento della struttura nelle reali condizioni di carico;

• la composizione e l’articolazione strutturale, che indica la posizione e la dimensione dei giunti di costruzione (che consentono spostamenti tra parti contigue della struttura);

• la geometria della superficie da rivestire, che può influenzare la scelta delle piastrelle, della loro disposizione e della tecnica di posa.

È inoltre sempre necessario progettare l’intervento prevedendo le possibili condizioni d’esercizio quali il clima, nel caso in cui si debba realizzare una pavimentazione esterna, la zona, urbana, industriale, ecc., il traffico previsto e la sua intensità, la presenza o meno di carichi statici e dinamici e di eventuali fluidi o agenti chimici sulla superficie.

La scelta dell’adesivo adatto
Una volta analizzato attentamente il supporto da rivestire, si deve scegliere correttamente l’adesivo adatto alla particolare situazione. Questo aspetto è stato per parecchio tempo trascurato sia dagli operatori che dai direttori dei lavori, che, scegliendo il collante in maniera del tutto casuale, giungevano a risultati scadenti.

Tuttavia, per effettuare una corretta scelta del collante ci viene incontro la normativa europea armonizzata UNI EN 12004 che dal 2003 classifica gli adesivi e li distingue, innanzitutto, in base alla natura chimica dei loro leganti:

• in cementizi (C) miscele in polvere di leganti idraulici, aggregati e additivi organici alle quali si addiziona l’acqua (monocomponente) o additivi polimerici liquidi (bicomponenti);

• in dispersione (D) miscele di leganti organici in forma di dispersioni polimeriche liquide, riempitivi minerali e additivi organici;

• a base di resine reattive (R), miscele di resine sintetiche, cariche minerali e additivi organici che induriscono mediante reazione chimica.

Tali prodotti, inoltre, vengono distinti in base alle loro caratteristiche prestazionali finali e ad alcune caratteristiche aggiuntive che possono essere necessarie per particolari condizioni applicative in:

• C1 adesivo cementizio a presa normale;

• C2 adesivo cementizio migliorato con caratteristiche meccaniche pari al doppio rispetto a quelle di un adesivo C1.

Ed in altre 5 categorie opzionali:

• F adesivo cementizio a presa rapida;

• T adesivo con scivolamento verticale limitato adatto alla posa a parete;

• E adesivo con tempo aperto prolungato che possiede una buona capacità di adesione anche quando la piastrella viene incollata dopo molti minuti dalla stesura dello stesso (30 minuti);

• S1 adesivo deformabile in accordo alla norma UNI EN 12002;

• S2 adesivo altamente deformabile in accordo alla norma UNI EN 12002.

Le sigle S1 e S2 sono sinonimo rispettivamente di una buona e un’ottima capacità di compensare eventuali movimenti del sottofondo, dilatazioni termiche o variazioni dimensionali delle piastrelle senza causarne il distacco.

I collanti Tradimalt
Nella produzione della linea di collanti la Tradimalt spa ha optato per la ricerca della specificità di ogni singolo prodotto, esaudendo le esigenze di posa e di adesione di ogni tipo di piastrella o pavimento (gres, marmi, ceramiche) e dei diversi prodotti.

Sono stati cosi sviluppati dei prodotti sottoposti alle più accurate verifiche da parte di prestigiosi laboratori esterni, necessarie per l’ottenimento ed il mantenimento delle marchiature CE ed il conseguimento delle classificazioni europee: T, E ed S1 a seconda delle specifiche esigenze di utilizzo.

CONDIVIDI

NESSUN COMMENTO

SCRIVI UNA RISPOSTA