Novità verde tra i bonus del Bilancio 2018

2853

In questi giorni si parla tantissimo della Manovra di Bilancio 2018, della quale è stata presentata una bozza il 18 ottobre, che verrà discussa in Parlamento dal 26 ottobre.

Tante incertezze ma alcuni dati sicuri: i Bonus Casa e i Bonus Ristrutturazioni funzioneranno senza cambiamenti, mentre sono previste modifiche per l’Ecobonus, la cessione del credito, e il Sismabonus. Scompare definitivamente il Bonus Mobili mentre è in arrivo, anche se in questa bozza ancora non appare, il Bonus Verde, che entrerà in vigore il 1° gennaio 2018.

Il Bonus Verde è la grande novità 2018, il sito La legge è uguale per tutti ci spiega che è “una detrazione fiscale per le spese eseguite in favore del verde urbano. Per l’operazione, lo Stato ha accantonato ben 600 milioni di euro. A beneficiarne non saranno solo i proprietari di ville e villette con un giardino, ma anche i normali condomini che intendono trasformare balconi e terrazzi in piccoli angoli di natura.” Tra le spese detraibili non ci sono solo i lavori effettivi, ma anche la progettazione e la manutenzione delle aree verdi.

Si sa già che l’importo massimo sul quale sarà consentito applicare la detrazione in un anno sarà di 5mila euro, e che tutte le spese sopra questo limite non ne godranno. Insomma il vantaggio massimo ottenibile è di 1800 euro. Il dettaglio interessante è però che il limite sarà calcolato sul singolo immobile: chi possiede più case potrà richiedere il bonus fino a due volte per una detrazione massima di 3600 euro su 10mila spesi.

La detrazione sarà ripartita in 10 quote annuali, a seguito di spese documentate attraverso bonifici “speciali”.

Come si legge in ediltecnico.it, la novità significativa di questo bonus è che “le detrazioni attualmente esistenti non hanno mai coperto il verde urbano, si tratta di una novità. Il Governo prevede di raddoppiare il perimetro del settore verde. Il Bonus Verde ha un bacino potenziale di 1,2 miliardi di euro: una metà circa sono investimenti aggiuntivi, l’altra metà riguarda spese che sarebbero state comunque realizzate, anche senza detrazione specifica. Solo nel 2018 il Bonus porterà un aumento del gettito pari a 40,9 milioni di euro.”

Se l’impatto di questo bonus dovesse essere simile a quello dell’ormai scomparso Bonus Mobili si assisterebbe ad un investimento medio di 2500 euro per ogni unità immobiliare.

 

 

Foto Credit: Cynthia Crane

CONDIVIDI

NESSUN COMMENTO

SCRIVI UNA RISPOSTA