Da Ance un vademecum con tutte le agevolazioni per comprare casa

851

Incentivi per l’acquisto di immobili ristrutturati, case efficienti o antisismiche, da destinare a prima casa o da affittare. Ecco la guida “Fisco e casa – cessioni locazioni e bonus” dell’Ance.

“La fiscalità immobiliare ha subìto negli ultimi anni continui cambiamenti, tanto da rendere sempre più complicato, sia per l’investitore che per l’impresa, determinare l’esatto costo fiscale di un investimento immobiliare, elemento invece decisivo per qualsiasi scelta di allocazione del risparmio”. Si apre così la guida pubblicata da Ance per fornire a imprese e privati un vademecum riepilogativo di tutte le agevolazioni e i bonus per l’acquisto di una casa.

Ecco i più importanti:

detrazione IRPEF per persone fisiche che acquistino abitazioni all’interno di fabbricati interamente ristrutturati da imprese di costruzione o ristrutturazione o da cooperative edilizie che si occupano anche della vendita dell’immobile entro i 18 mesi dal termine dei lavori. La detrazione è pari al 50% dell’importo corrispondente al 25% del corrispettivo di acquisto e fino a 96mila euro.

detrazione IRPEF del 50% dell’IVA dovuta per l’acquisto di abitazioni in classe energetica A o B dalle imprese costruttrici, da ripartire in 10 quote annuali di pari importo, purché l’acquisto avvenga tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2017.

Il bonus è cumulabile con la detrazione Irpef del 50%, riconosciuta per l’acquisto di unità residenziali facenti parte di fabbricati integralmente ristrutturati dalle imprese cedenti e con la detrazione Irpef del 50%, riconosciuta per l’acquisto di box pertinenziale di nuova realizzazione.

detrazione IRPEF pari al 75% o all’85% del prezzo di vendita per chi acquista una casa antisimica in zona sismica 1: l’agevolazione è stata pensata per favorire le operazioni di acquisto di interi fabbricati da parte di imprese di costruzione e di demolizione e ricostruzione, anche con variazioni volumetriche. La detrazione massima è pari a 96mila euro da ripartire in cinque rate annuali di pari importo, ma può essere ceduta a privati diversi da banche o intermediari finanziari, così come previsto dal Sismabonus.

benefici fiscali anche per chi acquista fino al 31 dicembre 2017 abitazioni non di lusso, nuove o ristrutturate, o costruite in appalto su un’area già posseduta, in classe energetica A o B da destinare alla locazione a canoni agevolati per almeno 8 anni consecutivi.
In questo caso specifico le agevolazioni sono: detrazione IRPEF del 20% del prezzo dell’immobile nel limite massimo di 300mila euro, da ripartire in 8 quote annuali a partire dal periodo di imposta successivo alla conclusione del contratto di locazione e una deduzione dall’IRPEF degli interessi passivi relativi ai mutui stipulati per l’acquisto delle unità abitative.

detrazione IRPEF del 19% per i giovani sotto i 35 anni e reddito complessivo non superiore a 55mila euro che acquistano una prima casa. Detrazione che viene estesa ai canoni derivanti dal contratto di leasing, per un importo non superiore a 8mila euro l’anno e al prezzo di riscatto dell’abitazione, per un importo non superiore a 20mila euro.

La medesima detrazione, seppur con limiti massimi dimezzati (4.000 euro per i canoni e 10.000 euro per il prezzo di riscatto), viene riconosciuta anche agli over 35, sempre con reddito complessivo massimo di 55mila euro.

 

Foto credit: Carlo Armanni 

CONDIVIDI

NESSUN COMMENTO

SCRIVI UNA RISPOSTA