Il marchio Magistra è (per il) nuovo. Perché calce non vuol dire solo restauro

776

Il marchio Magistra compie quest’anno i suoi primi cinque anni di vita, una tappa importante a cui Tradimalt dedica un restyling del logo e del materiale di comunicazione e la definizione di nuovi obiettivi.

Magistra in questi anni si è rivolta essenzialmente a due differenti mercati, diversi per target, canali distributivi e approccio all’acquisto, sintetizzabili in:

• ambito “storico” / restauro

• edilizia civile / bioedilizia

È proprio pensando a questo secondo segmento di mercato che Tradimalt ha studiato il rilancio della linea e la creazione di un pacchetto specifico (il “Macropor System”) per contrastare e risolvere i problemi di umidità di risalita. Problematiche molto concrete quindi, alle quali è possibile porre soluzione con la gamma prodotti di Magistra, da non intendere quindi prettamente orientata all’intervento di pregio storico e al restauro, ma all’edilizia “di tutti i giorni” di qualità.

marchio_macropor

Un restyling che ha interessato anche lievemente il logo, che ha oggi uno sviluppo orizzontale e contiene il marchio Tradimalt al suo interno, con piccole variazioni cromatiche e un aggiornamento dello scudo che lo rappresenta. Accanto ad esso la scelta di abbandonare la dicitura “antica” nella tagline “Magistra – laboratorio di antica cultura edile” per un leggero, ma significativo riposizionamento d’immagine e di miglioramento della presenza del marchio in rivendita.

CONDIVIDI

NESSUN COMMENTO

SCRIVI UNA RISPOSTA