Sicurezza nei cantieri: l’Inail premia le migliori pratiche

523
Sicurezza nei cantieri: l’inali premia le migliori pratiche

Promuovere la sicurezza nei cantieri attraverso la creazione di un archivio, utile e replicabile, di buone pratiche per la prevenzione di infortuni.

È questo l’obiettivo del Concorso nazionale Archivio delle buone pratiche per la salute e sicurezza sul lavoro nei cantieri temporanei o mobili” lanciato dall’Inail e il Gruppo tecnico interregionale per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro, in collaborazione con il Consiglio nazionale degli ingegneri e la Rete delle professioni tecniche.

Il Bando fa parte delle azioni di sensibilizzazione previste dal Piano nazionale prevenzione in edilizia 2014-2028, prorogato al 2019.

A partecipare sono ammesse:
le imprese del settore edilizio che operano, direttamente o indirettamente, nei cantieri temporanei e mobili;
i coordinatori per la sicurezza nei cantieri;
gli enti pubblici.

Per partecipare bisogna essere in regola con gli obblighi contributivi e assicurativi e non si devono avere condanne in sede penale in materia di salute e sicurezza sul lavoro negli ultimi 5 anni.

A partire dal 22 luglio e fino al 22 novembre 2019, sul sito dell’Inail, sarà possibile accedere alla procedura online per partecipare alla selezione, articolata in tre fasi da eseguire in un’unica sessione.

Prima fase: i partecipanti devono compilare la scheda di iscrizione.
Seconda fase: i partecipanti devono caricare i moduli di liberatorie e autorizzazioni e la dichiarazione di veridicità e conferma dei dati. 
Terza fase: i partecipanti devono compilare la scheda tecnica con descrizione e autovalutazione del progetto e caricarlo.

Sono ammesse tre proposte per ogni partecipante.

Per ogni categoria prevista saranno premiate tre buone pratiche ritenute migliori, che poi saranno presentate nel corso delle giornate della sicurezza in edilizia organizzate da Inail e Regioni e potranno essere pubblicate su riviste di settore.

A valutare i progetti sarà un comitato tecnico-scientifico e una giuria di valutazione. Entro 120 giorni dalla chiusura della procedura saranno resi noti i progetti finalisti.

Gli elaborati premiati potranno, inoltre, essere trasmessi alla Commissione consultiva permanente per la salute e la sicurezza sul lavoro per la procedura di validazione come “Buone Prassi”.

Tutti i lavori riconosciuti di interesse entreranno a far parte dell’archivio.
La cerimonia di premiazione si svolgerà a Roma nel corso di una giornata dedicata al tema della prevenzione in edilizia.

Foto credit: bridgesward

CONDIVIDI

NESSUN COMMENTO

SCRIVI UNA RISPOSTA