Supermostra24 a Milazzo: la nuova architettura contemporanea

1229
Supermostra24 a Milazzo: il contributo di Tradimalt

Inaugurata il 17 maggio presso il Museo del Mare di Milazzo l’esposizione dell’Osservatorio itinerante dell’Architettura Italiana. Anche Tradimalt presente all’evento

Dopo le tappe di Roma, dove è stata presentata lo scorso 8 marzo, e Tirana Supermostra24 porta a Milazzo l’Osservatorio dell’Architettura Italiana, curato da Luigi Prestinenza Puglisi in collaborazione con la Commissione parità di genere dell’Ordine degli Architetti di Roma.

Si tratta della seconda edizione che segue a Supermostra22 aggiornandone i contenuti e arricchendo i punti di vista sulla ricerca progettuale contemporanea caratterizzata dallo stretto legame, per protagonisti e/o localizzazione, con l’Italia.

In occasione dell’inaugurazione del 17 maggio, il nostro Responsabile Ricerca&Sviluppo Francesco Grungo è intervenuto ponendo l’attenzione sull’importanza del ruolo degli architetti nello sviluppo della città contemporanea e ha ricordato l’impegno di Tradimalt per l’architettura. La nostra mission, infatti, è supportare i professionisti nella scelta e nell’interpretazione del “lessico materiale” che dà forma alle visioni architettoniche.

Crediamo che l’architettura sia, prima di tutto, una forma d’arte e una manifestazione tangibile della cultura e del valori. Ci auguriamo che nel breve futuro gli architetti tornino a creare opere che ispirino e trasformino i nostri spazi. Per questo abbiamo ritenuto fondamentale partecipare e, soprattutto, sostenere in qualità di sponsor questa tappa milazzese di Supermostra24.

Un progetto di ricerca costante

Supermostra24 è un catalogo, in senso tipografico curato dello stesso Prestinenza Puglisi insieme a Ilaria Oliveri per le edizioni LetteraVentidue, ma anche di funzioni archetipiche.

Esattamente come in una città “ideale” questo catalogo mostra spazi per l’abitare (prevalenti) ma anche spazi per il gioco, lo studio, la produzione, la musica e la cultura; spazi per i servizi ed il commercio, spazi pubblici, installazioni e arte urbana.

Tra le maglie della grande rete da pesca del MuMa (Museo del Mare) di Milazzo scorrono foto, dettagli costruttivi, assonometrie e schizzi di progetto che condensano i tanti tag legati ai singoli progetti. Tutti mostrano il chiaro intento di assecondare il luogo, accompagnarsi all’arte, amplificare la forza di un segno preesistente.

Supermostra24 al MuMa di Milazzo

La nuova architettura, nell’orizzonte dell’intelligenza artificiale che tutto minaccia di fagocitare, ha a disposizione strumenti tecnologici che la spingono a diventare sempre di più arte parametrica. I tempi e le sedimentazioni carsiche di una lunga ricerca formale rischiano di appiattirsi nello spazio di un paio di clic.

Per questo motivo consola e rassicura passare in rassegna i 33 progetti di Supermostra24, dalla Sicilia al Piemonte, dalla Sardegna all’Alto Adige, da Monaco di Baviera alla comunità nativa di Alto Anapati nel Perù e le “etichette” scelte dai progettisti: Contenuto, Equilibrio, Artigianalità, Dinamismo, Contesto, Dissonanze, Tradizione, solo per elencarne alcuni (sono così tante da fare da sfondo alla copertina del catalogo cartaceo!).

Tra le pieghe dei progetti si ritrovano scelte calibrate ma che riescono ad essere dirompenti nel loro paesaggio come i prospetti del museo che diventano esse stesse opere d’arte o il caleidoscopio urbano che supera la barriera degli edifici di un’area abbandonata per abbracciare l’orizzonte e i supernoti gazometri di cui replica, in sedicesimo, la natura filiforme.

Altri progetti invece riescono a ricucire natura/storia/funzione con estrema semplicità come le iconiche bottiglie della più famosa bibita gasata del mondo che diventano lampade in uno spazio aziendale che la produce, oppure i manicotti in feltro di lana che ricalcano la forma del mais rostrato rosso tipico delle Alpi Orobiche che da forma geometrica ad un controsoffitto acustico di un ristorante.

La Sicilia ospita cinque opere:

  • Nuovo auditorium della B.C.C. “G. Toniolo” a San Cataldo (Fabbricanove, 2015-2018);
  • Sibeg – Coca Cola in Sicilia a Catania (ILS+A, 2019);
  • Exravegine a Messina (MMA+, 2019);
  • Casa su misura LLP a Palermo (STUDIOMAME, 2019-2020);
  • Casa Plemmira a Siracusa (UFO, 2022).

Poetica mediterranea, cultura industriale, paesaggismo sono i vertici entro i quali si modellano nuove costruzioni, recuperi, restauri e addizioni volumetriche di una città ideale che merita di essere visitata.
Supermostra24 sarà visitabile a Milazzo fino al 7 luglio per poi spostarsi a Catania.

CONDIVIDI

NESSUN COMMENTO

SCRIVI UNA RISPOSTA