In arrivo 209 milioni di euro per asili e materne

1995

Per la realizzazione, il miglioramento e l’ampliamento di asili nido e scuole materne sono in arrivo 209 milioni di euro. La Conferenza Unificata Stato-Regioni ha dato l’avvio al Piano pluriennale di azione nazionale per la promozione del Sistema integrato di educazione e istruzione per i bambini da 0 a 6 anni, già previsto nella Buona Scuola.

Sarà il Ministero dell’Istruzione a erogare direttamente ai Comuni beneficiari i 209 milioni di euro previsti per finanziare interventi in materia di edilizia scolastica, sia di nuova costruzione, che di ristrutturazione, restauro, riqualificazione, messa in sicurezza e miglioramento del risparmio energetico di stabili di proprietà delle amministrazioni locali.

Il Fondo sarà suddiviso a livello regionale per il 2017 secondo tre criteri:

– per il 40% in proporzione alla popolazione di fascia 0-6 anni che emerge dai dati Istat;
– per il 50% in proporzione alla percentuali di iscritti ai servizi educativi alla data del 31 dicembre 2015;
– per il 10% in proporzione alla popolazione di età 3-6 anni ancora non iscritta alla scuola dell’infanzia statale;

Secondo questi criteri la Lombardia sarà la Regione che riceverà più fondi: 40 milioni di euro. Subito dopo Molise e Val d’Aosta, con 731.872 e 658.516 euro.

“Con questo Piano – dichiara la Ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli a edilportale.com stiamo garantendo alle bambine e ai bambini pari opportunità di educazione, istruzione, cura, superando disuguaglianze e barriere territoriali, economiche e culturali. I servizi per l’infanzia escono dalla dimensione assistenziale ed entrano a pieno titolo nella sfera educativa. L’obiettivo è lavorare in sinergia con tutte le istituzioni coinvolte per offrire alle famiglie strutture e servizi ispirati a standard uniformi su tutto il territorio nazionale.”.

“Con il via libera in Conferenza Unificata, il Piano di azione nazionale di attuazione del sistema integrato 0-6 anni viene inviato al Consiglio dei Ministri e potrà poi partire concretamente a beneficio delle nuove generazioni e delle famiglie. Il Piano coinvolgerà attivamente tutti gli attori in campo. – è invece il commento del Sottosegretario Vito De Filippo, pubblicato anch’esso da edilportale.comLa sinergia è decisiva per portare a segno le nostre politiche educative. Il risultato di oggi ci dice che siamo sulla buona strada e che stiamo costruendo insieme, ciascuno per la propria parte, percorsi di crescita eguale su tutto il territorio, a partire dall’infanzia”.

 

Foto credit: Città di Parma

CONDIVIDI

NESSUN COMMENTO

SCRIVI UNA RISPOSTA