Giro d’Italia: 21 tappe, 3.445 chilometri, un grande campione

561

Tutto pronto per il Giro d’Italia 2022. I corridori partiranno da Budapest per attraversare 15 regioni italiane e tagliare l’ultimo traguardo il 29 maggio. Tre soltanto hanno già vinto il Giro in passato: tra loro Vincenzo Nibali, grande campione italiano e brand ambassador Tradimalt.

Maggio è il mese del Giro d’Italia, evento atteso da tutti gli appassionati di ciclismo e non solo. Ogni anno il Giro rappresenta per le nostre città un’occasione per raccontarsi, per mostrare al mondo il proprio patrimonio artistico, culturale e naturale.
Quest’anno, come in molte delle ultime edizioni a partire dal 2010, si parte dall’estero: la Grande Partenza è attesa il 6 maggio a Budapest, in Ungheria, dove si percorreranno le prime tre tappe della gara che proseguirà poi in Sicilia e risalirà l’Italia fino all’ultimo traguardo, l’Arena di Verona. 

Il Giro d’Italia 2022 in numeri

Nessun Giro è uguale a un altro. Cambiano le squadre in gara, le tappe e i traguardi, gli scenari, la difficoltà di ciascun percorso. Questa edizione prevede:

  • 21 tappe, di cui 6 con arrivo in alta quota;
  • 3.445 km da percorrere in totale;
  • 50.580 metri di dislivello complessivo;
  • 22 squadre in gara, con 8 corridori ciascuna.

Le tappe del Giro in Sicilia

Le tappe siciliane sono due, la quarta e la quinta, le prime sul territorio nazionale.

4a tappa | 10 maggio
Avola-Monte Etna/Nicolosi, 172 km

È la prima sfida per gli scalatori, con arrivo in salita al Rifugio Sapienza, a quota 1.892 metri. Si parte da Avola e si percorrono alcuni dei luoghi più celebri del siracusano: Noto, il fiume Cassibile, Vizzini, Palazzolo Acreide. Tra curve e saliscendi, i ciclisti affronteranno il vulcano Etna a partire dal chilometro 146, all’altezza di Biancavilla. Li aspetta una salita di quasi 23 km, con un dislivello di 1.358 metri e una pendenza media del 5,9%.
L’arrivo e gli ultimi 200 metri sono sempre in salita, con una pendenza del 3%.

Credit foto: Gazzetta.it

5a tappa | 11 maggio
Catania-Messina, 174 km

Il punto di partenza della quinta tappa del Giro è il Duomo di Catania, nel centro storico della città. Le squadre in gara percorreranno il rettilineo di via Etnea, per proseguire in direzione Messina. A circa metà percorso, il tratto più impegnativo: la salita di Portella Mandrazzi, con i suoi 20 km al 4%. Si procede sulla strada costiera per circa 70 chilometri. L’arrivo è a Messina, città che celebra il suo Vincenzo Nibali, grande campione e, tra l’altro, due volte vincitore del Giro d’Italia.

Credit foto: Gazzetta.it

Vincenzo Nibali, il ruolo nel Giro d’Italia 2022 e il legame con Tradimalt

I nostri migliori auguri non possono che andare a Vincenzo Nibali, lo “Squalo dello Stretto”, brand ambassador Tradimalt. Per lui il Giro d’Italia è una bella storia che si ripete ancora, un sogno che si è già realizzato in due occasioni, nel 2013 e nel 2016. A 37 anni, alla sua undicesima volta al Giro, correrà da regista per Miguel Angel Lopez, suo compagno di squadra, capitano dell’Astana Qazaqstan.
Vederlo trionfare è forse chiedere troppo, ma ci auguriamo di assistere a una delle sue storiche discese o di vederlo indossare la maglia rosa almeno una volta. Di certo, non mancherà una grande festa nella sua città natale, Messina. In bocca al lupo, Vincenzo!


Credit foto: Getty Images, Gazzetta.it

NESSUN COMMENTO

SCRIVI UNA RISPOSTA