Magistra alla “Conference on Ancient and Modern Mortars” di Firenze

1695

Il laboratorio Ricerca & Sviluppo in Toscana per la conferenza AMMC. Magistra partner ed espositore dell’evento internazionale.

Il 7 e 8 Febbraio 2013 si è svolta a Firenze la Conferenza Internazionale AMMC “Conference on Ancient and Modern Mortars” sul tema “Mortars: framework and finishing element in architetture. Knowing the past to plan the future”. Magistra, laboratorio di antica cultura edile ha partecipato ai momenti di studio ed è stato uno dei sette partners ufficiali internazionali.
Il Convegno è stato organizzato dall’Associazione Italiana di Archeometria (A.iAr.) e dal Forum Italiano Calce ed è la prima conferenza completamente dedicata alle malte, alla loro caratterizzazione e studio di applicazioni in elementi decorativi dell’architettura.
Hanno partecipato esperti e ricercatori nei campi dell’archeometria, della conservazione dei beni culturali, della scienza dei materiali, che hanno presentato – oralmente e mediante presentazioni – diversi casi studi rappresentativi.
I temi di ricerca sono stati condotti da studiosi delle più prestigiose Univerisità italiane come: il Politecnico di Milano, l’Università la Sapienza di Roma, l’Università di Napoli, di Padova, Catania, Torino, Firenze e da enti di ricerca quali l’Istituto Conservazione Beni Culturali (CNR-ICC), Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali (CNR-IBAM), Istituto Conservazione e Valorizzazione dei Beni Culturali (ICVBC) e la Pontificia Commissione di Archeologia Sacra. Inoltre non sono mancati i contributi internazionali dei dipartimenti universitari all’avanguardia nel panorama continentale: la University of Coimbra (Portogallo) e quelle di Valencia (Spagna), Bucarest (Romania), Praga (Repubblica Ceca), Ljubljana (Slovenia) ed Edimburgo (Scozia).

CIMG0114I principali argomenti trattati durante la conferenza sono stati:
Caratterizzazione di malte storiche e moderne;
Metodi per la datazione di malte antiche;
Meccanismi di degrado e tecniche per migliorare la durabilità di murature, intonaci, rivestimenti e pitture murali.
Nuovi materiali compatibili per lavori di restauro conservativo e interventi di riabilitazione strutturale;
Malte tradizionali e innovative per il restauro storico;
Utilizzo di malte a base di calce nella bio-edilizia.
Durante il convegno era presente un’area espositiva dedicata alla divulgazione della cultura sui materiali storici e di interscambio di documentazioni tecniche-informative.

CIMG0134In questa occasione gli ingegneri del laboratorio di ricerca Magistra hanno avuto la possibilità di presentare le caratteristiche dei prodotti della linea per il restauro storico conservativo e presentare ai più importanti luminari del settore europeo la qualità dei risultati di ricerca e dei prodotti finiti immessi a catalogo o formulabili “ad hoc” negli interventi di recupero più esigenti. È proprio l’intensa attività di ricerca ciò che ha portato alla realizzazione di sistemi edili che fanno della compatibilità e della durabilità il loro punto di forza all’interno del panorama del recupero degli edifici di pregio, ed è tuttora la sinergia e l’aggiornamento continuo attraverso il confronto con le più importanti realtà italiane la migliore “formula” per mantere e migliorare ulteriormente la qualità di un progetto ambizioso come quello di Magistra.

LOGHI_amcc-copia

CONDIVIDI

NESSUN COMMENTO

SCRIVI UNA RISPOSTA