Nasce Magistra “Heritage”. Alta specializzazione e qualità per il restauro

2156

Oltre alla linea disponibile in rivendita e alla possibilità di formulare prodotti su misura, Magistra propone la linea “Heritage”: più di venti malte speciali premiscelate a base di calce NHL 5, sistemi per il consolidamento statico, deumidificazione di murature, rifacimento di intonaci storici, restauro della pietra, risanamento termico e decorazione pittorica. 
Una gamma completa che affianca i migliori restauri del sud Italia.

Il concetto di “heritage” non è di facile definizione perché si tratta di un termine che implica spiegazioni ampie, articolate e con molteplici accezioni, dal momento che si riferisce a tutto ciò che riguarda il passato, inteso sia in senso concreto e materiale sia in senso astratto e immateriale.
Nei secoli passati gli ambiti di interesse erano principalmente le opere d’arte, i siti storico-archeologici, i monumenti, gli edifici e i palazzi antichi. Oggi invece il concetto di “heritage” (di patrimonio, letteralmente) abbraccia anche tutto l’insieme delle tradizioni cosiddette immateriali: leggende, miti, usi e costumi, canoni, proverbi, feste popolari, valori etici e morali.
D.T. Herbert (1997) definisce il termine con un’espressione semplice che tuttavia permette di comprendere il significato profondo del concetto “That wich is inherited from the past”. Heritage è dunque l’intero patrimonio che le nuove generazioni ricevono in eredità da quelle passate, è tutto ciò che viene conservato, protetto e collezionato per far sì che non vada perso con il trascorrere del tempo.
Hertitage riguarda le persone, le loro attività sociali, lavorative culturali e i luoghi in cui si attuano tutte queste diverse relazioni.
[divider]

 Il restauro della chiesa basiliana dei SS Pietro e Paolo a Itala Superiore (Me), in corso di esecuzione da parte della ditta ICAM srl di Favara (AG) e sicuro oggetto di ulteriori articoli nei prossimi numeri, autentico gioiello artistico di epoca arabo-normanna, la cui edificazione è fatta risalire al 1092.
Il restauro della chiesa basiliana dei SS Pietro e Paolo a Itala Superiore (Me), in corso di esecuzione da parte della ditta ICAM srl di Favara (AG) e sicuro oggetto di ulteriori articoli nei prossimi numeri, autentico gioiello artistico di epoca arabo-normanna, la cui edificazione è fatta risalire al 1092.
Particolare prima della ristrutturazione della cupola tramite finitura a cocciopesto Magistra Heritage.
Particolare prima della ristrutturazione della cupola tramite finitura a cocciopesto Magistra Heritage.

[divider]
Ciò che risulta essenziale perché si possa parlare di heritage è la presenza del binomio spazio temporale trattandosi di uno specifico patrimonio storico-culturale che appartiene al passato e lasciato in eredità a chi vive in un determinato luogo. Un’affermazione di Adrienne Rich spiega molto efficacemente la relazione che intercorre tra il soggetto sociale e l’ambiente in cui vive “un luogo sulla mappa è anche un posto nella storia”. Infatti il patrimonio per essere tale ha bisogno di un preciso spazio in cui radicarsi e a cui appartenere. Non avrebbe senso parlare di trasmissibilità e di eredità se non ci fosse una popolazione o un gruppo sociale che raccoglie e tramanda alle generazioni future (che abiteranno o visteranno gli stessi luoghi) ciò che li accomuna con il passato.*
Sposando in pieno la filosofia insita nel concetti di heritage, grazie all’esperienza maturata con “Magistra – laboratorio di antica cultura edile”, ha deciso di mettere a disposizione di chi della tutela dell’eredità culturale ne ha fatto una “life mission” una serie “commodity” prodotti essenziali in un cantiere di restauro.

La linea Magistra Heritage si divide infatti in tre categorie :

Leganti
Nell’ambito del recupero e restauro di manufatti antichi, l’impiego di leganti non compatibili con i materiali preesistenti rappresenta uno dei più importanti fattori di rischio per la salvaguardia del nostro patrimonio architettonico, artistico e archeologico.
L’uso indiscriminato di leganti impropri, in particolare di tipo cementizio, per la formulazione di malte di allettamento, stuccatura e intonaco, a causa dell’incompatibilità chimico-fisica con i substrati tradizionali, rappresenta, a tutt’oggi, uno dei problemi principali da affrontare nel restauro di un manufatto antico.
La calce, in quanto e non a caso uno dei leganti più antichi e utilizzati nella storia dell’umanità, è il legante privilegiato per l’edilizia di qualità, la bioedilizia e il restauro conservativo di beni architettonici e monumentali. Anche l’esistenza di svariate declinazioni, ottenute dalla cottura di calcari marnosi, note come calci “forti”, calci “morette”, calci “selvatiche” ecc. è ben documentata nei principali trattati di architettura.
L’uso della calce è dunque conseguenza logica di un processo di sostituzione e integrazione di un materiale preesistente, che oggi orienta ogni buon intervento.
Attualmente, in base alla norma UNI EN 459-1:2010, si definiscono:
• calce idraulica naturale (NHL) i prodotti ottenuti con la cottura di marne naturali oppure di mescolanze omogenee di pietre calcaree e di materie argillose.
• Calce Formulata (FL) una calce con proprietà idraulica, a base di calce aerea (CL) e / o calce idraulica naturale (NHL) con aggiunta di materiale pozzolanico puro con la totale assenza di sali idrosolubili e cementi.

Calce NHL 5
Calce NHL 3,5
Bionatura 2 (legante a base calce idrata cl 90 additivata di pura pozzolana)
Bionatura 5 (legante a base calce idrata cl 90 additivata di pura pozzolana).

Malte
La linea Malte di Magistra Heritage propone dodici prodotti diversi, altamente specifici per formulazione e finalità, accomunati dall’elevata resa prestazionale ed estetica.
« Si raccomanda che malte per restauro non rilascino sali solubili o prodotti nocivi e non siano più resistenti della pietra da costruzione, né eccessivamente più resistenti della malta originaria. Siano prodotte con materie prime quanto più possibile simili a quelle che furono impiegate per la preparazione delle malte antiche e con tecniche quanto più possibile analoghe. Si ritiene inoltre irrinunciabile una compatibilità spinta fra la nuova malta ed i componenti originari della struttura. Tale compatibilità coinvolge differenti aspetti: compatibilità chimica fra malta di apporto e materiale preesistente (pietra o mattone e malta di allettamento); compatibilità fisica, in relazione ai processi di solubilità e di trasporto d’acqua; compatibilità strutturale e meccanica.
La resistenza di una malta da restauro deve pertanto risultare simile, il più possibile, a quella della malta originaria.
Principali cause di degrado delle strutture storiche sono: il movimento d’acqua e delle soluzioni saline attraverso la muratura per capillarità e la cristallizzazione dei sali. La risalita capillare di acqua nelle strutture costituisce infatti una ricorrente causa di degrado. Gli interventi di restauro inappropriati, eseguiti nel XX secolo, hanno prodotto estesi vuoti e perdita di costituenti della malta legante, richiedendo spesso la colmatura dei vuoti di maggiori dimensioni ». Riccardo Sersale.

Opus Barriera (rinzaffo antisale)
Opus Asciugo (intonaco macroporoso)
Opus Manuale (intonaco a mano)
Opus Meccanico (intonaco a macchina)
Solum M5 (massetto)
Solum Cocciopesto (massetto a Cocciopesto)
Murus Cocciopesto ( malta a da muratura o intonaco a coccio pesto)
Vestis (intonachini colorati)
Integrum (rasante )
Pictura Calx (pittura a calce)
Protegis (protettivo)
Aqua (consolidante a base di acqua di calce)

Prodotti strutturali
A questa categoria appartengono quattro importanti prodotti a base di calce idraulica natura NHL 5 ed elementi pozzolanici per il restauro ed il reintegro statico di edifici storici.
Il termine “calcestruzzo” deriva dal latino calcis structio e significa struttura composta da calce.
L’utilizzo di un conglomerato a base di calce come materiale da costruzione è molto antico: già nel 300 a.C. i Romani realizzano con impasti simili alcune opere come l’acquedotto Appio.
Vitruvio Pollione, nel “De Architectura”, ci parla del calcestruzzo (opus ceamenticium) composto di rottami di pietra (caementum), pozzolana e calce aerea.

Particolare dopo della ristrutturazione della cupola tramite finitura a cocciopesto Magistra Heritage, formulata ad hoc in collaborazione con la Soprintendenza BBCCAA di Messina.
Particolare dopo della ristrutturazione della cupola tramite finitura a cocciopesto Magistra Heritage, formulata ad hoc in collaborazione con la Soprintendenza BBCCAA di Messina.

Allecta (malta da allettamento)
Iniecta (malta da iniezione)
Cumsolidus (betoncino consolidante)
Cumsolidus Alleggerito (betoncino consolidante alleggerito)

L’eredità architettonica può così esser tutelata con prodotti eticamente corretti che vedono nelle calci naturali gli elementi essenziali. La linea “Magisra Heritage” si completa naturalmente nella Linea “Magistra ad hoc “ prodotti specifici per ogni singolo cantiere di restauro realizzati grazie ad una attenta ricostruzione cromatico funzionale dell’esistente. Magistra come laboratorio permanente con le sue tre linee si offre quale partner competente in ogni cantiere che necessiti prodotti di pregio sia esso estetico che funzionale.

NESSUN COMMENTO

SCRIVI UNA RISPOSTA