Ripensare i simboli: l’estensione del Palazzo Comunale di Pace del Mela

238
Estensione del Palazzo Comunale di Pace del Mela
Credit foto: Urban Future Organization

Forme lineari per legare la storia passata e futura della cittadina ai piedi dei Peloritani.

“Aver potuto pensare all’estensione dell’edificio simbolo della nostra città ha significato molto per me, professionalmente e umanamente” ha commentato così Claudio Lucchesi, responsabile dell’intervento che renderà la storica sede del Comune di Pace del Mela (ME) anche un luogo di incontro e svago per i cittadini.

Accessibilità e convivialità sono i due temi che hanno guidato l’elaborazione del progetto, che promette di non dimenticare la lezione strutturale precedente. La nuova estensione del palazzo, infatti, renderà omaggio all’architetto messinese Roberto Calandra, che realizzò l’edificio inaugurato il 25 aprile 1960.

Un intervento significativo, si diceva, proprio perché a Pace del Mela trova posto la sede italiana di UFO Urban Future Organization di Claudio Lucchesi.

Un collettivo globale di architetti

Nato un po’ per gioco nel 1995, UFO è uno studio di architettura internazionale con 16 sedi sparse anche tra Londra, Sydney, Atene, Stoccolma e Seoul. L’idea che coordina l’intero gruppo insegue un fine preciso, che è quello di dare origine a un’architettura futurista, vivibile e rispettosa dell’ambiente – come nel caso della mensa plastic free realizzata per gli studenti dell’Università di Palermo.

Gli architetti di UFO, progettisti dell'estensione del palazzo comunale di Pace del Mela
Credit foto: Nino Calamuneri Photographer

Migliorare la qualità della vita delle città è una delle prerogative fondamentali dello studio, che spiega anche il motivo della scelta di Pace del Mela come sede dell’unica costola italiana di UFO.

Nonostante gli anni passati all’estero, infatti, Lucchesi dichiara di essere fortemente legato alla sua Sicilia e per questo, nonostante le difficoltà dell’isola, reputa che non sia giusto scappare.

Bisogna agire per creare davvero un cambiamento ed è qui, nella provincia di Messina, lontano dai centri decisionali e dalle grandi università, che Lucchesi può condurre la sua ricerca tecnica e teorica.

L’estensione del Palazzo Comunale di Pace del Mela

Il piano terra rappresenterà concettualmente la chiave del progetto, il collegamento naturale con l’area davanti piazza Municipio, uno spazio polifunzionale e continuo, da vivere totalmente aperto.

Piazza Municipio sarà collegata a Largo Municipio, il vecchio “baglio” retrostante il palazzo comunale, e a via Giovanni Zodda e via Spadina attraverso una scala a gradoni da dove godere dello spazio da una nuova prospettiva.

La fluidità del percorso tra i due edifici del Palazzo Comunale di Pace del Mela sarà garantita sia dal punto di vista formale che da quello materico. L’unità formale sarà data dalle forme lineari e dal gioco delle diverse direzioni delle pendenze dei tetti rivestiti entrambi con tegole in cotto.

La coerenza materica, invece, verrà evidenziata dall’uso dei materiali: da un lato, le parti in cotto dei mattoni di rivestimento nel frangisole verticale in terracotta; dall’altro, il marmo rosso San Marco utilizzato come rivestimento del palazzo comunale e rivisitato sia nella parete adiacente al nuovo edificio, che nei rivestimenti interni del blocco servizi e collegamenti verticali.

CONDIVIDI

NESSUN COMMENTO

SCRIVI UNA RISPOSTA