Nibali quarto al suo ultimo Giro d’Italia. La carriera dello Squalo e il saluto del pubblico

306

Vincenzo Nibali stupisce ancora una volta. Chiude il suo ultimo Giro a un passo dal podio ed è il primo italiano in classifica.

Quarto posto al Giro d’Italia 2022 per il nostro Vincenzo Nibali. Un risultato eccezionale dopo una gara impegnativa ed emozionante in cui il corridore messinese ha dato ancora una volta prova della propria classe. Come nella tappa di Torino, la 14esima del Giro, segnata dal duello con Simon Yates. Ai piedi del podio, su cui sono saliti Jai Hindley, Richard Carapaz e Mikel Landa, Nibali è il primo italiano in classifica. Un finale che va oltre ogni previsione, anche per lui.

«Ho mantenuto il quarto posto e mi sento soddisfatto. Sapete che l’avvicinamento al Giro è stato difficile e che fino a pochi giorni fa ero fuori classifica, sull’Etna non era andata bene, ma poi sono riuscito a recuperare […] Essere arrivato fino qui mi rende più che felice».

I successi di Vincenzo Nibali e il ritiro dal ciclismo

L’addio al ciclismo arriva dopo più di vent’anni di carriera, durante i quali Vincenzo Nibali si è confermato uno dei campioni più forti e completi della sua generazione. È tra i sette ciclisti che hanno conquistato almeno un’edizione di tutti e tre i Grandi Giri (Giro d’Italia, Vuelta a España e Tour de France), ha vinto due volte il Giro di Lombardia e una volta la Milano-Sanremo, si è aggiudicato due titoli italiani nella prova di linea, due Tirreno-Adriatico, altri sette podi nei Grandi Giri. 

Nibali ha annunciato il suo ritiro proprio durante il Giro d’Italia, alla Tappa di Messina, dove l’accoglienza era stata grandiosa. Anche a Verona il pubblico non è stato da meno: lo ha accolto con cori, applausi e messaggi d’affetto, lo ha esortato a non lasciare. Ma Nibali resta convinto della propria decisione. «Il pubblico in questo Giro è stato fantastico, sempre presente al mio fianco. Tanti cartelli mi invitano a ritornare sui miei passi. […] Credo di regalare grandi emozioni ai miei tifosi, sono contento di quello che ho fatto e non ci sono ripensamenti, arriverò a fine stagione col Giro di Lombardia e nient’altro».

Il futuro di un campione

Cosa farà Nibali dopo il suo ritiro? Come lui stesso afferma, cercherà di restituire quello che ha sottratto alla famiglia, agli amici e a tutto ciò che ha sacrificato per le due ruote. Noi non possiamo fare altro che ringraziarlo per tutte le emozioni che ci ha regalato, per averci dato l’onore di diventare nostro brand ambassador, per essere il volto del ciclismo più puro e della Sicilia migliore, quella brillante e tenace in cui anche noi amiamo rispecchiarci.

Fonti: Gazzetta.it, SkySport.it, Torinotoday, OAsport.it, Eurosport.com

CONDIVIDI

NESSUN COMMENTO

SCRIVI UNA RISPOSTA