Nuovo polo di innovazione tecnica per Ferrero

295
Nuovo polo tecnico Ferrero
Rendering del progetto realizzato da Frigerio Design

Ferrero Technical Center, un’architettura industriale integrata nel paesaggio.

Il lavoro è stato affidato a Frigerio Design Group a seguito di un concorso indetto dalla multinazionale Ferrero nel 2017. Il progetto prevedeva la realizzazione di un edificio integrato nel territorio e sostenibile, capace di affiancare le funzioni direzionali e quelle operative: per una produzione automatica e interconnessa.

Nello specifico la progettazione del nuovo polo nasce dall’esigenza di riunire le attività di engineering dell’azienda, con l’officina dove vengono costruiti, attualmente situata in un’area esterna allo stabilimento. 

Rendering del progetto realizzato da Frigerio Design

Il Ferrero Technical Center sorge ad Alba, dove ha sede anche il più grande stabilimento italiano di Ferrero. 

Protagonista il territorio delle Langhe, del quale abbiamo recentemente raccontato in merito al boutique resort Casa di Langa. Le colline piemontesi, patrimonio dell’UNESCO, con la loro natura, i colori e, la storia hanno ispirato il progetto architettonico, definendo una serie di geometrie coordinate, al fine di realizzare un edificio in empatia con l’ambiente nel quale si inserisce.

All’interno dell’edificio gli uffici, collocati all’ultimo piano, i materiali e i colori scelti riprendono elementi del paesaggio e della natura circostante, rendendoli un vero e proprio “landscape in quota”. Sei aree verdi, denominate dall’architetto “giardini volanti“, sono state inserite per assolvere funzione bioclimatica, acustica ed estetica. 

Il volume è compatto, realizzato con materiali industriali, in prevalenza montati a secco: massimizza tutti gli apporti passivi (luce, aria e soleggiamento) e limita al minimo le risorse per la gestione e la manutenzione, contribuendo al tempo stesso a un’identità chiara e definita.

Un impianto fotovoltaico sulla copertura garantisce una produzione di energia pari a 300 kW di picco.

Rendering del progetto realizzato da Frigerio Design

L’intera architettura risponde ai principi della manifattura 4.0, basata sui valori della sicurezza e comfort sensoriale.
La tecnologia, presente in ogni aspetto del nuovo polo, non è mai ostentata, ma sempre integrata armoniosamente in un’architettura riconoscibile e rassicurante.

La fine dei lavori per la costruzione del nuovo polo, iniziati nel 2020, è prevista nel dicembre 2021 con la realizzazione di un edificio bioclimatico e nZEB (nearly Zero Energy Building) di 12.700 mq, che ospiterà oltre 200 dipendenti.

CONDIVIDI

NESSUN COMMENTO

SCRIVI UNA RISPOSTA