Un cappuccio “stretch-hood” a protezione delle pedane Tradimalt

3482

Rafforzare la presenza sul mercato passa anche attraverso l’innovazione aziendale, e spesso anche nei confronti di alcuni processi che potranno apparire come dettagli. Tradimalt ha scelto, ad esempio, di rivoluzionare il proprio sistema di confezionamento dei pallet, adottando la tecnologia “stretch hood”. Lo stretch-hood è un tubolare elastico che unisce le caratteristiche del termoretraibile e dell’estensibile. Grazie alla sua particolare composizione, è dotato di proprietà elastiche che permettono di “calzarlo” a freddo direttamente sul pallet mediante apposite macchine, garantendo una perfetta tenuta.
Ideale per grandi linee di produzione, consente un notevole risparmio in quanto non richiede somministrazione di calore per il suo utilizzo, evitando inutili spese di combustibile e conseguentemente un maggior rispetto dell’ambiente. Assicura una tenuta dell’imballo migliore rispetto al classico termoretraibile, e non è soggetto alla formazione accidentale di microfori dovuta ad esempio ad una non corretta somministrazione di calore. Trova applicazione in molteplici settori, ed è particolarmente indicato per pallettizzare prodotti per i quali è sconsigliato il passaggio in forni di retrazione.
IMG_2239 Valutando le caratteristiche della macchina a cappuccio elastico, la quantità di materiale utilizzato e i vantaggi che sarebbero derivati dal suo utilizzo. Dall’analisi svolta, Tradimalt s.p.a. ha potuto constatare che l’incappucciatrice stretch hood permette di:
utilizzare una minore quantità di materiale plastico rispetto ad altri impianti, con una diminuzione dei costi d’imballo da sostenere;
ridurre i tempi di fermata dell’impianto, grazie alla possibilità del cambio di bobina automatico, permettendo una maggiore produzione;
risparmiare sulla manutenzione richiesta dalla macchina nel lungo periodo.
Inoltre, l’incappucciatrice è concepita per sfruttare al meglio i vantaggi di resistenza ed elasticità del materiale stretch hood. Attraverso di essa si ricava un cappuccio elastico su misura del pallet e/o del materiale da confezionare, con un’azione di taglio e di saldatura, dopo un processo di sbobinatura del film. Successivamente, un sistema di pinze stira il cappuccio in modo da farlo aderire perfettamente al carico pallettizzato. La paletta è così ricoperta da film plastico impermeabile ed è protetta da polveri ed agenti atmosferici (acqua in primis).
La macchina con capacità oraria oltre 80 p/h. Incappucciamento in assenza di fiamme o aria calda adatto per qualsiasi tipo di prodotto. Il sistema unisce i pregi del termoretraibile per quanto riguarda la tenuta e la stabilità del pallet, la protezione e la praticità di impiego dell’estensibile tubolare. Inoltre, consente d’imballare diversi tipi di pallet con differenti misure perimetrali ed avere risultati estetici ed economici superiori.

 

NESSUN COMMENTO

SCRIVI UNA RISPOSTA