Strategia Italia, al via la cabina di regia

423

Parte l’attività della cabina di regia Strategia Italia. È, infatti, stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Presidenziale del Consiglio dei Ministri che ne definisce il funzionamento. 
L’istituzione di questo organismo era stata annunciata, insieme alla nascita della Centrale per la progettazione
, lo scorso novembre dal Governo. 

Il compito di questa nuova struttura di missione sarà quello di monitorare le opere pubbliche e i piani di investimento infrastrutturale. Dovrà individuare le strategie per superare eventuali ostacoli e ritardi, ma anche verificare le iniziative per la prevenzione del rischio sismico e idrogeologico. Sulla base dell’attività di monitoraggio potrà anche formulare proposte al Consiglio dei Ministri e al Cipe.

Sarò compito di Strategia Italia anche proporre la destinazione più opportuna dei finanziamenti disponibili e garantire il raccordo politico utile all’accelerazione degli investimenti con il supporto tecnico, istruttorio e organizzativo del Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica.

Il Consiglio dei Ministri metterà a disposizione di Strategia Italia una segreteria tecnica di supporto, composta da professionalità “attinte dai nuclei di esperti istituiti nell’ambito del Dipartimento, che dovranno essere utilmente integrati con alcuni profili professionali mancanti, attinenti agli interventi da programmare, da reclutare anche mediante specifici accordi con le università e gli enti pubblici di ricerca”.

La cabina di regia, istituita dal Decreto “Emergenze” (Legge 130/2018) e prevista dalla Legge di Bilancio 2019, fa parte di un sistema che in un certo senso riproporrà la Struttura di missione “Italia Sicura”abolita dal Governo nell’ambito di una riorganizzazione complessiva. 

Opererà infatti con Investitaliastruttura di missione che affiancherà le Pubbliche Amministrazioni nei piani di investimento. Sia Strategia Italia sia Investitalia si coordineranno poi con la Centrale/Struttura per la progettazione di beni ed edifici pubblici. Anche questo apparato è stato previsto dalla Legge di Bilancio 2019 ed è in arrivo il decreto che ne regolerà il funzionamento.

NESSUN COMMENTO

SCRIVI UNA RISPOSTA